Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Apertura positiva per la borsa svizzera: alle 09.10 l'indice dei valori guida SMI segnava 9044,68 punti, in progressione dello 0,11% rispetto a venerdì, mentre il listino globale SPI guadagnava lo 0,09% a 10'287,70 punti.

Il mercato conferma quindi la tendenza osservata la settimana scorsa, con un SMI cresciuto dell'1,7%. A sostenere i corsi sono in particolare buoni dati congiunturali cinesi: nel secondo trimestre il prodotto interno del gigante asiatico è salito del 6,9%, un po' più di quanto pronosticato dagli esperti.

Sul fronte interno SGS (-0,77%) ha dato il via alla stagione dei semestrali fra le blue chip. Le variazioni dei principali titoli sono tutte inferiori al punto percentuale.

L'avvio di seduta è stato in timido rialzo anche sulle altre piazze europee. Nel dettaglio vanno segnalate Francoforte (Dax +0,16% a 12'652,37 punti), Londra (Ftse 100 +0,18% a 7391,31 punti), Parigi (Cac 40 +0,05% a 5235,31 punti) e Milano (Ftse Mib +0,06% a 21'504 punti).

Wall Street ha terminato venerdì in modo positivo (Dow Jones +0,39% a 21'637,74 punti, Nasdaq +0,61% a 6312,47 punti) e lo stesso ha fatto oggi Tokyo (Nikkei +0,09% a 20'118,86 punti)

SDA-ATS