Navigation

Borsa svizzera: apre piatta

La partenza non è stata entusiasmante. KEYSTONE/ENNIO LEANZA sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 27 agosto 2020 - 09:09
(Keystone-ATS)

Apertura piatta per la borsa svizzera: alle 09.05 l'indice dei valori guida SMI segnava 10'297,69 punti, in flessione dello 0,12% rispetto a ieri, mentre il listino globale SPI guadagnava lo 0,01% a 12'855,23 punti.

Gli occhi degli investitori sono puntati sulla conferenza di Jackson Hole dei banchieri centrali, che si tiene in modo virtuale. Vi è molta attesa per il discorso del presidente della Federal Reserve Jerome Powell: ci si aspetta modifiche riguardo agli obiettivi in materia di inflazione.

Sul fronte interno l'attenzione è concentrata su Givaudan (+1,01%), che si è data nuovi obiettivi (+0,31%). Anche tutti gli altri valori SMI presentano variazioni solo frazionali.

Wall Street ha terminato ieri in rialzo (Dow Jones +0,30% a 28'331,92 punti, Nasdaq +1,73% a 11'665,06 punti), mentre oggi Tokyo ha finito in calo (Nikkei -0,35% a 23'208,86 punti).

L'avvio di giornata è stato poco dinamico anche sulle altre piazze europee. Al momento sono disponibili i dati di Francoforte (Dax +0,10% a 13'206 punti) e di Parigi (+0,07% a 5051,26 punti)

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.