Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Apertura poco mossa per la borsa svizzera: alle 09.10 l'indice dei valori guida SMI segnava 8952,92 punti, in flessione dello 0,19% rispetto a venerdì, mentre il listino globale SPI perdeva lo 0,07% a 9181,72 punti.

Dopo i buoni dati pubblicati venerdì sul mercato del lavoro americano si è fatta più forte la fiducia nella congiuntura. Allo stesso tempo cresce però anche la probabilità che la Federal Reserve operi una stretta monetaria già in dicembre.

Le piazze asiatiche hanno oggi chiuso in ordine sparso: Tokyo si è rivelata tonica (Nikkei +1,96% a 19'642,74 punti). Wall Street ha da parte sua terminato venerdì in rialzo (Dow Jones +0,26% a 17'910,33 punti, Nasdaq +0,38% a 5147,12 punti).

L'avvio di seduta è stato poco deciso anche sulle altre piazze europee. Nel dettaglio vanno segnalate Francoforte (Dax -0,21% a 10'964,92 punti), Londra (Ftse 100 +0,28% a 6371,50 punti) e Milano (Ftse Mib +0,07% a 22'549 punti).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS