Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Apertura poco mossa per la borsa svizzera: alle 09.10 l'indice dei valori guida SMI segnava 8878,56 punti, in progressione dello 0,01% rispetto a ieri, mentre il listino globale SPI guadagnava lo 0,03% a 10'126,94 punti.

Gli investitori si mostrano prudenti, in una giornata carica di avvenimenti che potrebbero scuotere i mercati: sono infatti in programma la riunione della Banca centrale europea, le elezioni nel Regno Unito - il cui esito sarà noto solo nella notte - e l'audizione al Congresso americano dell'ex capo dell'FBI James Comey. Sul fronte congiunturale negli Usa sarà pubblicata la statistica settimanale sulla disoccupazione.

Per quanto riguarda i singoli titoli a farla da padrone è la letargia: tutti i valori presentano variazioni inferiori al mezzo punto percentuale, con l'unica eccezione di Swiss Life (+0,94%).

Le piazze asiatiche hanno oggi chiuso in modo cauto, con Tokyo poco tonica (Nikkei -0,38% a 19'909,26 punti). Wall Street ha da parte sua ieri terminato in rialzo (Dow Jones +0,18% a 21'173,69 punti, Nasdaq +0,36% a 6297,38 punti).

L'avvio di seduta è stato scarsamente dinamico anche sulle altre piazze europee. Nel dettaglio vanno segnalate Francoforte (Dax +0,13% a 12'688,50 punti), Londra (Ftse 100 +0,09% a 7485,45 punti), Parigi (Cac 40 +0,02% a 5264,69 punti) e Milano (Ftse Mib +0,03% a 20'761 punti).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS