Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Apertura poco mossa per la borsa svizzera: alle 09.10 l'indice dei valori guida SMI segnava 8992,50 punti, in flessione dello 0,19% rispetto a ieri, mentre il listino globale SPI perdeva lo 0,16% a 10'216,66 punti.

"Mancano impulsi in grado di dare un orientamento preciso ai corsi", ha commentato un operatore. La seduta dovrebbe trascorrere nella calma, tanto più che Wall Street rimarrà oggi chiusa per la festività nazionale.

Sul fronte interno le variazioni dei singoli titoli sono al momento meramente frazionali. Non vi sono notizie aziendali di rilievo.

Le piazze asiatiche hanno chiuso in negativo, sulla scia dell'ultimo test missilistico della Corea del Nord, con Tokyo quasi ferma (Nikkei -0,12% a 20'032,35 punti). Wall Street ha da parte sua ieri terminato contrastata (Dow Jones +0,61% a 21'479,27 punti, Nasdaq -0,49% a 6110,06 punti).

L'avvio di seduta è stato con il segno meno anche sulle altre piazze europee. Nel dettaglio vanno segnalate Francoforte (Dax -0,49% a 12'413,60 punti), Londra (Ftse 100 -0,49% a 7340,92 punti), Parigi (Cac 40 -0,48% a 5170,54 punti) e Milano (Ftse Mib -0,24% a 20'961 punti).

SDA-ATS