Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Apertura senza grossi sussulti stamane alla Borsa svizzera: alle 09.15 l'indice dei valori guida SMI segnava 6608,14 punti (+0,01% rispetto a venerdì). Stesso andamento per il listino globale SPI (+0,01% a 6112,42 punti).

I listini guardano sempre alla crisi del debito in Europa e, in particolare, alle incertezze legate alla Spagna. Non si allentano poi le tensioni sulla Grecia con il buco nelle casse di Atene, secondo la Troika, che è il doppio rispetto a quanto preventivato. Sul fronte interno l'attenzione è puntata su Syngenta (+0,64%), che ha annunciato l'intenzione di ritoccare verso l'alto i suoi obiettivi di vendita a medio termine.

Avvio con il segno meno per le altre principali piazze europee: Francoforte (-0,4% con Dax a 7.426,27 punti), Londra (-0,40% con Ftse 100 a 5.821,00 punti), Parigi (-0,8% con Cac 40 a 3.504,71 punti) e Milano (-1,18% con il Ftse Mib a 15.805 punti).

La Borsa di Tokyo ha terminato gli scambi a -0,45%: l'indice Nikkei cede 40,71 punti, a quota 9.069,29. Venerdì Wall Strett aveva chiuso contrastata, col Dow Jones in calo dello 0,13% a 13.579,47 punti e il Nasdaq che guadagna lo 0,13% a 3.179,96 punti. L'indice S&P500 ha perso lo 0,01%.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS