Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Avvio di seduta in territorio positivo oggi per la Borsa svizzera sulla scia della chiusura in crescita di New York e Tokyo dopo l'intesa raggiunta negli Stati Uniti sul tetto del debito. Verso le 09.50, l'indice SMI dei titoli guida guadagnava lo 0,42% a 8015,56 punti. Sul mercato allargato, l'SPI saliva dello 0,31% a 7610,29 punti.

Tra le blue chip che oggi hanno presentato i dati trimestrali si segnala Nestlé, in progressione del 2,18%, e Roche che avanza dello 0,69%. Sul mercato allargato, Sulzer accusa una perdita di quasi il 4%.

Apertura in lieve calo per Piazza Affari a Milano. L'indice Ftse Mib cede lo 0,16% a 19.243 punti. A Londra, l'indice Ftse-100 perde lo 0,37% a 6.547,44 punti. Esordio negativo per Francoforte col Dax in arretramento dello 0,30% a 8.817 punti. A Parigi, i listini hanno iniziato la giornata in calo dello 0,28% col CAC 40 a 4.231,99 punti.

L'accordo sul debito raggiunto sul filo di lana al Congresso ha fatto tirare un sospiro di sollievo ai mercati, con la Borsa di Tokyo che ha terminato gli scambi a +0,83% e il l'indice Nikkei a 14.586,51 punti, il livello massimo delle ultime tre settimane.

Wall Street ha chiuso ieri sera in forte rialzo. Il Dow Jones ha guadagnato l'1,35%, salendo a 15,373,38 punti, il Nasdaq l'1,20% a 3.839,43 punti, e lo S&P 500 l'1,38% a 1.721,47 punti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS