Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Apertura positiva stamane alla Borsa svizzera, che ieri era stata trascinata al ribasso dal tonfo dell'UBS. L'evoluzione odierna, indicano gli operatori, dipenderà pure dall'andamento del titolo del numero uno bancario elvetico. Verso le 09.25 il listino principale SMI segnava 8.260,45 punti, in crescita dello 0,28%. L'indice allargato SPI era a quota 7.845,51 (+0,33%). UBS segnava un calo dell'1,24%.

C'è una novità oggi a Zurigo: l'entrata in borsa di Cembra Money Bank, ex GE Money Bank. Subito dopo l'apertura delle contrattazioni, il titolo era a 54,50 franchi. Il prezzo di emissione è stato fissato a 51 franchi, ossia il massimo della forbice prevista per la sottoscrizione.

Chiusura in territorio positivo ieri per Wall Street. Il Dow Jones è salito dello 0,72% a 15.680,35 punti, il Nasdaq dello 0,31% a 3.952,34 punti.

Seduta favorevole stamane per le borse di Asia e Pacifico, che hanno brindato all'ennesimo rialzo - il quinto consecutivo - delle quotazioni del rame, chiaro segno di una ripresa dell'economia. Bene Tokyo, con il Nikkei in rialzo dell'1,23% a quota 14.502,35.

Avvio di seduta positivo a Milano. L'indice Ftse Mib segna un rialzo dello 0,36% a 19.325 punti. La Borsa di Londra ha pure aperto con il segno più: l'indice Ftse-100 sale dello 0,23% a 6.790,08 punti. A Francoforte il Dax guadagna lo 0,09% a 9.030,31 punti, mentre a Parigi l'indice Cac 40 è in lieve flessione (-0,12% a 4.272,94 punti).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS