Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Apertura in crescita alla Borsa svizzera, dopo che ieri il presidente della banca centrale americana, Ben Bernanke, ha indicato che l'economia Usa ha bisogno ancora di stimoli monetari. Alle 09.30 circa il listino principale SMI registrava 8.028,65 punti, in rialzo dello 0,72%, ritornando per la prima volta da fine maggio sopra la soglia degli 8000 punti. L'indice allargato SPI era a quota 7.575,31 (+0,67%).

Chiusura contrastata, ieri, per la piazza finanziaria di Wall Street dopo le indicazioni della Fed e le parole del suo presidente, Ben Bernanke, che sembra allontanare l'ipotesi di una stretta monetaria a breve. Il Dow Jones ha registrato una flessione dello 0,06% a 15.291,66 punti, il Nasdaq a 3.520,76 punti (+0,47%).

Le contrattazioni alla Borsa di Tokyo sono terminate con l'indice Nikkei in aumento dello 0,39% a quota 14'472,58.

Sulle principali piazze del Vecchio continente, a Milano l'indice Ftse Mib ha aperto con un guadagno dell'1,46% a 15.902 punti. Avvio di seduta in progresso dell'1,07% per la Borsa di Londra, con l'indice Ftse-100 a quota 6.574,24. Stessa tendenza a Francoforte, dove il Dax cresce dell'1,13% a 8.157,84 punti e a Parigi, con l'indice Cac 40 in aumento dell'1,18% a 3.885,73 punti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS