Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Apertura positiva alla Borsa svizzera, all'indomani del rinnovo della fiducia in Italia al governo di Enrico Letta, malgrado il perdurare dello stallo negli USA sul budget. Verso le 09.25 l'indice principale SMI registrava 7.990,51 punti, in aumento dello 0,33%, mentre l'indice allargato SPI era a quota 7.590,03 (+0,28%).

Finché i repubblicani e i democratici non compieranno passi in vista della soluzione del contenzioso sul bilancio, gli investitori dovrebbero mostrarsi prudenti. Anche i buoni dati congiunturali cinesi non dovrebbero incidere molto, hanno indicato i broker.

Chiusura in calo ieri per Wall Street nel secondo giorno di shutdown, con il Dow Jones che ha lasciato sul terreno lo 0,39% a 15.133,14 punti, mentre l Nasdaq ha terminato gli scambi a 3815,02 punti, cedendo lo 0,08%.

Borse asiatiche in rialzo, con i future sui mercati europei positivi, dopo le stime ottimistiche sull'andamento dell'importante settore dei servizi in Cina. Tokyo ha tuttavia terminato con il Nikkei in lieve calo di 13,24 punti (-0,09%) a quota 14.157,25 punti.

La Borsa di Milano apre in rialzo. L'indice Ftse Mib guadagna lo 0,67% portandosi a 18.098 punti. Avvio positivo anche a Londra: l'indice FTSE 100 progredisce dello 0,28% a 6.455,81 punti. A Francoforte i mercati sono aperti, nonostante sia un giorno festivo in Germania. L'indice Dax sale dello 0,21% a 8.647,86 punti. A Parigi l'indice CAC segna un rialzo dello 0,15% a quota 4.164,52. punti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS