Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Apertura in chiaro rialzo per la borsa svizzera, rassicurata dal perdurare della politica monetaria espansiva della Federal Reserve: alle 9.10 l'indice dei valori guida SMI segnava 8452,69 punti (+0,49% rispetto a ieri), mentre il listino globale SPI era in crescita dello 0,44% a 8225,86 punti.

Con la pubblicazione, ieri sera, dei verbali dell'ultima seduta della banca centrale americana sono rientrati i timori di un rapido aumento dei tassi. Gli osservatori parlano ora di un intervento al più presto nel mese di luglio del 2015.

I nuovi orientamenti non hanno mancato di avere effetto su Wall Street (Dow Jones +1,11% a 16'437,18 punti, Nasdaq +1,72% a 4183,90 punti) e sulle borse asiatiche, Tokyo in primis (Nikkei +1,29% a 14'484,54 punti).

Sul fronte interno hanno pubblicato notizie rilevanti soprattutto alcune società del mercato allargato. Per quanto riguarda le blue chip fra i pochissimi titoli in rosso figura Nestlé (-0,44%), che terrà oggi pomeriggio la sua assemblea generale.

L'avvio di seduta è stato positivo anche per le altre piazze europee. Nel dettaglio vanno segnalate Francoforte (Dax +0,53% a 9556,70 punti), Londra (Ftse 100 +0,32% a 6656,60 punti), Parigi (Cac 40 +0,34% a 4457,78 punti) e Milano (Ftse Mib +0,53%).

SDA-ATS