Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ZURIGO - Dopo un avvio al rialzo, la Borsa svizzera ha virato in territorio negativo, sulla scia del pessimismo delle piazze asiatiche per il calo dei prezzi delle materie prime. Alle 09:30 circa il listino principale SMI segnava 6508,21 punti, in calo dello 0,38%. L'indice allargato SPI era a quota 5845,75 (-0,22%).
Nel pomeriggio potrebbero giungere impulsi dalla pubblicazione dei dati sul mercato del lavoro negli Stati Uniti. Chiusura contrastata ieri per Wall Street. Il Dow Jones ha perso lo 0,24% a 11.694,74 punti, il Nasdaq è salito dello 0,28% a 2.709,89 punti, mentre l'S&P 500 è arretrato dello 0,22% a 1.2373,70 punti.
La Borsa di Tokyo ha terminato la seduta in crescita dello 0,11%: l'indice Nikkei ha consolidato i massimi degli ultimi 8 mesi grazie a uno sprint nel finale, attestandosi a 10.541,04 punti.
Apertura leggermente negativa per Milano: l'indice Ftse Mib ha iniziato le contrattazioni in ribasso dello 0,05% a 20.736,17 punti, l'Ftse All-Share dello 0,04% a 21.360,43 punti. Avvio in leggero rialzo per la Borsa di Francoforte con l'indice Dax che ha fatto segnare un +0,14% a 6.991,55 punti. Apertura in equilibrio per la Borsa di Londra dove l'indice Ftse 100 ha segnato un rialzo marginale dello 0,02%. In calo Parigi con l'indice Cac-40 che perdeva lo 0,30% a 3.892,87 punti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS