Navigation

Borsa svizzera: avvio incerto

Questo contenuto è stato pubblicato il 15 giugno 2012 - 09:25
(Keystone-ATS)

In attesa del voto greco la Borsa svizzera ha avviato le contrattazioni leggermente al di sotto della parità per poi portarsi in zona positiva. Poco dopo le 09.10 l'indice dei valori guida SMI segna 5917,80 punti, in aumento dello 0,16%. L'indice allargato SPI è a quota 5506,92 (+0,20%). Il Credit Suisse, che ieri ha subito un crollo di oltre il 10%, guadagna il 2,65%.

Ultima seduta di settimana leggermente positiva per le Borse asiatiche, con Hong Kong e Taiwan ben intonate in rialzo oltre il punto percentuale. Tokyo ha terminato invece invariata (+0,01%) con l'indice Nikkei a 8569,32 punti. Chiusura in territorio positivo invece ieri per Wall Street. Il Dow Jones è salito dell'1,24% a 12.651,91 punti e il Nasdaq è avanzato dello 0,63% a 2836,33 punti.

Sulle altre principali piazze del Vecchio continente, esordio positivo per Piazza Affari: il primo indice Ftse Mib segna un rialzo dello 0,65%. Londra ha aperto con l'indice FTSE 100 in crescita dello 0,45%. Alla Borsa di Francoforte il Dax avanza dello 0,61% e a Parigi il Cac 40 segna un aumento dello 0,57%.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo