Navigation

Borsa svizzera: avvio incerto

Questo contenuto è stato pubblicato il 21 giugno 2012 - 09:39
(Keystone-ATS)

Dopo le prime battute al di sotto della parità, la Borsa svizzera si è portata in territorio positivo, per poi perdere di nuovo terreno. Alle 9.20 circa l'indice SMI dei titoli guida segna 6022,62 punti, in aumento dello 0,08%. L'indice allargato SPI è a quota 5599,51 (-0,07%).

Tokyo ha terminato con l'indice Nikkei in rialzo dello 0,82% a quota 8824,07, sulla scia degli acquisti dei titoli delle società esportatrici. La Federal Reserve, la banca centrale americana, ieri ha deciso di continuare l'"Operation Twist", puntando a tenere bassi i tassi d'interesse a lungo termine. La mossa ha fatto scendere lo yen contro il dollaro. Chiusura negativa ieri per Wall Street: il Dow Jones ha perso lo 0,11% a 12.823,71 punti e il Nasdaq lo 0,02% a 2930,45 punti.

Sulle piazze del Vecchio Continente, partenza in calo per Piazza Affari con il Ftse Mib che cede lo 0,50% a 13.665 punti. La Borsa di Londra ha pure aperto al ribasso, con l'indice FTSE 100 in calo dello 0,53% a 5593,02 punti. Nei primi scambi a Francoforte l'indice Dax è in flessione dello 0,54% a 6357,25 punti. Stessa tendenza a Parigi con l'indice Cac 40 in arretramento dello 0,50% a 3111,03 punti.

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?