Dopo le prime battute in territorio positivo favorita dall'allentamento della tensione nella cirsi siriana e dalla chiusura di Wall Street, la Borsa svizzera ha praticamente azzerato i guadagni. Alle 09.20 circa il listino principale SMI era a quota 8.052,37, in aumento dello 0,01%. L'indice completo SPI era a quota 8.052,37 (+0,04%).

Tra le blue chip Richemont, che ha pubblicato stamane le vendite dei primi cinque mesi dell'esercizio corrente, in crescita del 4%, lascia sul terreno il 3,58%.

Chiusura in rialzo per l'indice Dow Jones a Wall Street che a fine giornata segnava +0,89% a 15.326,60 punti. Il Nasdaq ha chiuso a 3.725,01 punti (-0,11%).

La Borsa di Tokyo ha terminato gli scambi in calo dello 0,26%, scontando una pausa dopo i robusti guadagni di inizio settimana e il recupero dello yen su mercati valutari. L'indice Nikkei si è attestato a quota 14.387,27.

Avvio di seduta fiacco per Milano. Il Ftse Mib segna un calo dello 0,09% a 17.546 punti . A Londra l'indice FTSE 100 è in rialzo marginale (+0,03% a 6590,72 punti). .Apertura positiva a Francoforte, con l'indice Dax che avanza dello 0,16% a 8.509,49 punti. A Parigi l'indice Cac 40 è in lieve arretramento (-0,04% a quota 4.117,66).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.