Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Dopo aver aperto in rialzo ed essere rimasta a lungo in territorio positivo la borsa svizzera ha perso terreno, azzerando completamente i guadagni: alle 15.05 l'indice dei valori guida SMI segnava 6665,68 punti (+0,01% rispetto a venerdì), mentre il listino globale SPI era in crescita dello 0,04% a 5986,50 punti. In giornata l'SMI ha superato brevemente anche quota 6700 punti, mai più raggiunta dalla fine di aprile 2010.

Secondo gli operatori lo sviluppo della congiuntura globale e l'elevata liquidità presente sui mercati forniscono un quadro generale positivo per i corsi azionari. Ma la seduta è caratterizzata da una certa letargia, perché il prosieguo di settimana si annuncia carico di stimoli: giornata campale sarà in particolare giovedì, con la pubblicazione dei bilanci di cinque società di primo piano (ABB, Actelion, Nestlé, Swiss Re e Swisscom).

Sul fronte interno l'attenzione è oggi concentrata su Credit Suisse (+3,34%), che ha annunciato l'intenzione di raccogliere 6 miliardi di franchi attraverso i cosiddetti coco bond (obbligazioni convertibili che si trasformano automaticamente in capitale proprio quando la banca è in difficoltà), un passo valutato con favore dagli analisti. Orientati al rialzo sono anche gli altri due principali valori bancari, UBS (+0,22%) e Julius Bär (+0,58%), mentre meno tonici appaiono gli assicurativi Swiss Re (-0,63%) e Zurich (-0,34%).

Il miglioramento delle prospettive congiunturali spinge gli investitori ad acquistare titoli come ABB (+1,46%) e Holcim (+1,45%). In progressione è anche Synthes (+0,78%), mentre in flessione sono Syngenta (-0,31%), nonostante l'autorizzazione negli Usa per un tipo di mais, e Transocean (-0,20%).

Nel segmento del lusso in difficoltà Richemont (-0,53%), mentre tiene bene Swatch (+0,19%). Tutti in negativo sono i difensivi Nestlé (-0,39%), Novartis (-0,74%), Roche (-0,84%) e Swisscom (-0,19%): riguardo a quest'ultima azienda si segnalano tempi più lunghi per l'entrata in carica del futuro nuovo presidente del consiglio di amministrazione, Hansueli Loosli.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS