Navigation

Borsa svizzera: azzera i guadagni

Questo contenuto è stato pubblicato il 14 febbraio 2011 - 15:15
(Keystone-ATS)

Dopo aver aperto in rialzo ed essere rimasta a lungo in territorio positivo la borsa svizzera ha perso terreno, azzerando completamente i guadagni: alle 15.05 l'indice dei valori guida SMI segnava 6665,68 punti (+0,01% rispetto a venerdì), mentre il listino globale SPI era in crescita dello 0,04% a 5986,50 punti. In giornata l'SMI ha superato brevemente anche quota 6700 punti, mai più raggiunta dalla fine di aprile 2010.

Secondo gli operatori lo sviluppo della congiuntura globale e l'elevata liquidità presente sui mercati forniscono un quadro generale positivo per i corsi azionari. Ma la seduta è caratterizzata da una certa letargia, perché il prosieguo di settimana si annuncia carico di stimoli: giornata campale sarà in particolare giovedì, con la pubblicazione dei bilanci di cinque società di primo piano (ABB, Actelion, Nestlé, Swiss Re e Swisscom).

Sul fronte interno l'attenzione è oggi concentrata su Credit Suisse (+3,34%), che ha annunciato l'intenzione di raccogliere 6 miliardi di franchi attraverso i cosiddetti coco bond (obbligazioni convertibili che si trasformano automaticamente in capitale proprio quando la banca è in difficoltà), un passo valutato con favore dagli analisti. Orientati al rialzo sono anche gli altri due principali valori bancari, UBS (+0,22%) e Julius Bär (+0,58%), mentre meno tonici appaiono gli assicurativi Swiss Re (-0,63%) e Zurich (-0,34%).

Il miglioramento delle prospettive congiunturali spinge gli investitori ad acquistare titoli come ABB (+1,46%) e Holcim (+1,45%). In progressione è anche Synthes (+0,78%), mentre in flessione sono Syngenta (-0,31%), nonostante l'autorizzazione negli Usa per un tipo di mais, e Transocean (-0,20%).

Nel segmento del lusso in difficoltà Richemont (-0,53%), mentre tiene bene Swatch (+0,19%). Tutti in negativo sono i difensivi Nestlé (-0,39%), Novartis (-0,74%), Roche (-0,84%) e Swisscom (-0,19%): riguardo a quest'ultima azienda si segnalano tempi più lunghi per l'entrata in carica del futuro nuovo presidente del consiglio di amministrazione, Hansueli Loosli.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?