Il grave terremoto che ha colpito il Giappone, ma anche la crisi libica e quella internazionale, hanno pesato oggi sulla Borsa svizzera che, già partita in negativo, non è mai riuscita a superare la linea di demarcazione.

Oggi sono stati sotto pressione in particolar modo i titoli assicurativi. Al termine delle contrattazioni l'indice guida SMI ha registrato un calo dello 0,79% a 6'353,76 punti e quello allargato SPI è sceso dello 0,80% a 5'763,76 punti.

In chiusura tutto il listino principale era in rosso. In particolare erano in chiara discesa gli assicurativi, anche se non è ancora chiaro quali saranno per loro le conseguenze del sisma nipponico, rilevano gli osservatori. La giornata è stata pesante per Swiss Re che ha chiuso con un -3,54 % a 51,70 franchi, riuscendo comunque a recuperare parte del terreno perso nella mattinata. Zurich Financial ha ceduto il 2,41% a 255 franchi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.