Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il grave terremoto che ha colpito il Giappone, ma anche la crisi libica e quella internazionale, hanno pesato oggi sulla Borsa svizzera che, già partita in negativo, non è mai riuscita a superare la linea di demarcazione.

Oggi sono stati sotto pressione in particolar modo i titoli assicurativi. Al termine delle contrattazioni l'indice guida SMI ha registrato un calo dello 0,79% a 6'353,76 punti e quello allargato SPI è sceso dello 0,80% a 5'763,76 punti.

In chiusura tutto il listino principale era in rosso. In particolare erano in chiara discesa gli assicurativi, anche se non è ancora chiaro quali saranno per loro le conseguenze del sisma nipponico, rilevano gli osservatori. La giornata è stata pesante per Swiss Re che ha chiuso con un -3,54 % a 51,70 franchi, riuscendo comunque a recuperare parte del terreno perso nella mattinata. Zurich Financial ha ceduto il 2,41% a 255 franchi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS