Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ZURIGO - Saliscendi oggi per la Borsa svizzera. Dopo avere aperto al ribasso sulla scia del pesante calo in Asia che ha fatto seguito alle forti perdite di venerdì a Wall Street, sul mezzogiorno è passata al di sopra della parità. I listini nel pomeriggio hanno poi seguito un'evoluzione parallela a New York. La seduta è terminata con l'indice SMI dei titoli guida a quota 6291,04, in calo dello 0,13%. L'indice allargato SPI ha chiuso a 5534,94 punti (-0,20%).
Nel listino principale sono in crescita in particolare i bancari UBS (+0,48% a 14,72 franchi) e Credit Suisse (+0,84% a 43,26 franchi), mentre Julius Bär è in perdita di velocità (-0,55% a 32,55 franchi). Questa sera il Consiglio nazionale ha in programma il dibattito sull'intesa con gli Stati Uniti sull'UBS, già approvata dal Consiglio degli Stati.
Quanto agli assicurativi, Zurich Financial è in flessione dello 0,42% (a 235,70 franchi). Il gruppo ha fatto sapere oggi che entra sul mercato indonesiano dell'assicurazione vita concludendo con il gruppo Mayapada un accordo per l'acquisto dell'80% di PT Mayapada Life, con sede a Jakarta. L'ammontare della transazione, che sarà effettiva nel terzo trimestre di quest'anno, non è noto. Swiss Re ha registrato un incremento dello 0,96% (a 46,45 franchi), mentre Swiss Life ha lasciato sul terreno il 2,19% (a 116,10 franchi). La Deutsche Bank ha peggiorato la sua valutazione di Zurich e di Swiss Life, hanno indicato gli operatori
La Borsa svizzera è riuscita a limitare le perdite grazie all'andamento positivo di Nestlé, avanzata dello 0,47% (a 53,60 franchi). Novartis è in calo dello 0,29% (a 52,40 franchi), la concorrente Roche è in discesa dell'1,17% (a 160 franchi). I due giganti farmaceutici basilesi hanno annunciato nel finesettimana risultati positivi di test con medicinali oncologici.
Fra le altre blue chip si sono messe in luce il produttore di articoli di lusso Richemont, in aumento dello 0,60% (a 38,88 franchi), e il leader mondiale delle certificazioni e ispezioni SGS (+0,64% a 1419 franchi). Positivo anche Swatch Group (+0,36% a 306,90 franchi).
La Lonza, che ha reso noto un accordo esclusivo di licenza e distribuzione con la società americana California Stem Cell, è in flessione dello 0,13% (a 75,75 franchi). Netto calo per ABB (-1,18% a 19,22 franchi), malgrado la commessa da 155 milioni di dollari ricevuta dal Kuwait per la costruzione di un oleodotto.

SDA-ATS