Navigation

Borsa svizzera: chiude in netto rialzo, SMI +1,43%

L'avvio di settimana è stato come non meglio potevano sperare gli investitori. KEYSTONE/ENNIO LEANZA sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 07 settembre 2020 - 17:45
(Keystone-ATS)

La borsa svizzera avvia la nuova settimana con una seduta in netto rialzo. L'indice dei valori guida SMI ha chiuso a 10'297,80 punti, in progressione dell'1,43% rispetto a venerdì, mentre il listino allargato SPI ha guadagnato l'1,32% a 12'792,68 punti.

Dopo un avvio all'insegna di una moderata crescita il mercato, con il trascorrere delle ore, è costantemente salito di tono. Va comunque rilevato come i volumi di negoziazione siano stati limitati, complice anche l'assenza di impulsi dagli Stati Uniti: Wall Street era chiusa per festività.

L'interrogativo di fondo rimane peraltro irrisolto: le precedenti giornate negative sono state frutto solo dei realizzi di guadagno, dopo settimane di corsi che puntavano verso l'alto, oppure sono il segnale di una correzione più profonda? Qualche elemento di risposta lo darà solo domani la piazza americana. Nel frattempo in Europa la meteo borsistica è tornata ad indicare il bello. E anche il nervosismo è assai calato: l'indice di volatilità dell'indice SMI si è contratto del 12%.

Assai bene orientati si sono rivelati i valori maggiormente dipendenti dai cicli economici come ABB (+2,07% a 23,71 franchi), Adecco (+2,15% a 48,36 franchi), Sika (+1,74% a 216,80 franchi), LafargeHolcim (+1,40% a 42,66 franchi) e Geberit (+1,61% a 517,60 franchi). Acquisti sono stati segnalati anche nel segmento del lusso, con Richemont (+1,23% a 62,58 franchi) lievemente più tonica di Swatch (+1,03% a 201,70 franchi).

Fra i bancari UBS (+1,39% a 11,30 franchi) si è fatta preferire a Credit Suisse (+0,86% a 10,03 franchi). Nello stesso comparto finanziario solidità è stata palesata dagli assicurativi Zurich (+1,52% a 339,80 franchi), Swiss Life (+2,31% a 377,00 franchi) e Swiss Re (+2,20% a 75,12 franchi).

Sul fronte interno hanno agito da traino i pesi massimi difensivi Novartis (+1,74% a 80,15 franchi), Roche (+1,58% a 322,25 franchi) e, in misura minore, Nestlé (+0,37% a 108,72 franchi).

Nel mercato allargato Medacta (+3,94% a 87,00 franchi) ha presentato un utile semestrale in calo, ma superiore alle attese. Georg Fischer (+3,83% a 948,00 franchi) ha approfittato di raccomandazioni espresse da UBS e Credit Suisse.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.