Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

In mattinata la Borsa svizzera è salita al di sopra della parità, malgrado l'indice tedesco Ifo sotto le attese. Verso il finale di seduta i guadagni si sono però assottigliati, nonostante l'andamento positivo di Wall Street. L'indice principale SMI ha chiuso a quota 8'249.31, in aumento dello 0,20%. Il listino allargato SPI ha terminato la seduta a 7'826.78 punti (+0,17%).

L'indice di fiducia delle imprese tedesche calcolato dall'istituto Ifo è sceso a sorpresa, e per la prima volta in sei mesi, a ottobre. Il barometro segna 107,4 da 107,7, al di sotto del valore di 108 atteso dagli economisti.

Da un lato la prospettiva del perdurare della politica accomodante della banca centrale americana sostiene le borse, dall'altro pesano i timori di una svolta restrittiva della politica monetaria della Cina, hanno rilevato gli operatori.

Il titolo del Credit Suisse, debole ieri dopo risultati decisamente inferiori alle attese, ha perso terreno anche oggi (-0,79% a 28,77 franchi), l'UBS è in aumento dello 0,42% (a 18,92 franchi), mentre la Julius Baer è in discesa dello 0,20% (a 44,40 franchi). Tra gli assicurativi, Swiss Re ha segnato un incremento dello 0,44% (a 79,50 franchi), Zurich dello 0,98% (a 247,20 franchi).

I giganti farmaceutici hanno sostenuto il mercato, con Novartis in crescita dello 0,86% (a 70,35 franchi) e Roche dello 0,28% (a 248,70 franchi). La Nestlé - l'altro peso massimo difensivo - è in aumento marginale (+0,08% a 65,55 franchi).

Fra i ciclici, ABB, dopo la buona performance di ieri, è avanzata dello 0,22% (a 23,10 franchi), Adecco ha lasciato sul terreno l'1,79% (a 65,75 franchi) sulla scia di una valutazione da parte di UBS, Geberit è in rialzo dello 0,36% (a 251,80 franchi), Holcim dello 0,38% (a 66,60 franchi). Nel lusso, Richemont ha ceduto l'1,70% (a 92,45 franchi), Swatch Group l'1,19% (a 579,50 franchi).

Nel mercato allargato Panalpina, che stamane ha pubblicato il bilancio intermedio, ha guadagnato il 2,60% (a 135,00 franchi). La società di trasporti e logistica ha raggiunto un utile netto di 23,8 milioni nel terzo trimestre, contro 3,6 milioni in anno prima, periodo in cui aveva sofferto tuttavia a causa di oneri straordinari.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS