Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Chiusura positiva per la Borsa svizzera, dopo una seduta trascorsa interamente al di sopra della linea di demarcazione. L'indice dei titoli guida SMI ha terminato gli scambi in crescita dell'1,06% (7877,03 punti), così come il listino allargato SPI (8276,36 punti).

Dopo un lieve rallentamento attorno alle 13.00, il listino principale ha ripreso a salire con le notizie relative alla stima sul Pil negli Usa nel quarto trimestre, ritoccata al rialzo oltre le attese degli analisti. Una serie di altri dati congiunturali statunitensi, migliori del previsto, e l'apertura al rialzo di Wall Street, hanno consolidato l'andamento degli indici.

A livello macroeconomico, il petrolio continua a determinare l'evoluzione dei mercati finanziari. Destano interesse gli sforzi di Russia e Arabia Saudita per stabilizzare la produzione. I responsabili dei due Paesi si incontreranno in marzo e c'è la possibilità che l'Iran si associ all'accordo.

Fra le blue chip - tutte in positivo ad eccezione di Swiss Re (-0,22% a 89,00 franchi) - spicca l'andamento di Transocean (+12,69% a 8,79 franchi), che continua la corsa al rialzo dopo aver pubblicato, mercoledì scorso, risultati positivi per il 2015.

Bene i bancari CS (+3,41% a 13,65 franchi), Julius Baer (+1,10% a 40,42 franchi) e UBS (+2,13% a 15,31 franchi). Nei confronti di quest'ultima la procura di Bruxelles ha annunciato oggi di aver aperto un procedimento per riciclaggio, esercizio illegale della professione di intermediario finanziario, frode fiscale grave e organizzata. La banca parla di "accuse infondate". Fra gli assicurativi, Zurich guadagna il 2,64% a 213,90 franchi.

Degna di nota la progressione dei titoli del settore del lusso Richemont (+2,01% a 63,50 franchi) e Swatch (+2,81% a 344,50 franchi). In crescita anche i pesi massimi difensivi Nestlé (+0,28% a 70,45 franchi) , Novartis (+0,63% a 72,05 franchi) e Roche (+1,09% a 260,10 franchi).

Per quanto riguarda i titoli più sensibili alla congiuntura, LafargeHolcim ha registrato una progressione del 4,85% a 39,34 franchi, ABB dell'1,48% a 17,79 franchi, Geberit dello 0,22% a 357,90 franchi e Adecco dell'1,56% a 58,50 franchi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS