Tutte le notizie in breve

La Borsa svizzera ha chiuso la settimana in rialzo, dopo che nel pomeriggio era scesa sotto la linea di demarcazione all'arrivo di dati USA. Al termine della seduta, l'indice guida SMI ha guadagnato lo 0,21% a 9.043,96 punti e l'SPI lo 0,22% a 10.290,10 punti.

L'economia americana ha creato a maggio 138.000 posti di lavoro, al di sotto delle aspettative. Il tasso di disoccupazione è comunque sceso al livello più basso da 16 anni. Sui mercati pesa la debolezza del prezzo del petrolio dopo l'annuncio ieri del presidente Donald Trump della volontà di non rispettare gli accordi sulle emissioni inquinanti. Secondo gli analisti, la mossa rende più probabile un incremento della produzione americana di greggio.

Molto richiesti in mattinata, i bancari hanno perso terreno col trascorre delle ore. CS ha chiuso in attivo (+0,68% a 13,36 franchi). Hanno invece ripiegato UBS (-0,45% a 15,44 franchi) e Julius Bär (-0,20% a 49,90 franchi). In calo anche gli assicurativi Zurich (-0,25% a 284,30 franchi), Swiss Re (-0,17% a 88,55) e Swiss Life (-0,19% a 323,30 franchi).

Più tonici sono stati i titoli più legati alla congiuntura con in testa ABB (+1,80% a 24,83 franchi), seguita da Adecco (+0,48 a 73,05) e Geberit (+0,35% a 455,80 franchi). Il produttore sangallese di impianti sanitari avvierà martedì il suo programma di riacquisto di azioni proprie per un importo massimo di 450 milioni di franchi nell'arco di tre anni. Lafarge-Holcim ha chiuso invece in calo (-0,60% a 57,60 franchi).

Per quanto riguarda i pesi massimi difensivi, Nestlé ha guadagnato lo 0,18% a 82,95 franchi e Novartis si è fermata a +0,06% a 79,40 franchi. Il gruppo farmaceutico basilese ha presentato a Chicago durante un congresso di oncologia i dati attualizzati del suo farmaco Kisqali per combattere il cancro al seno. Roche è rimasta praticamente piatta (+0,04% a 264,90 franchi).

Tra i titoli legati ai prodotti del lusso Swatch (+1,51% a 382,50) fa decisamente meglio di Richemont (+0,93% a 81,50 franchi). Il passo in avanti maggiore della giornata è stato quello di Lonza (+3,04 a 206,7 franchi), mentre erano in calo SGS (-0,17% a 2.322,00 franchi) e Swisscom (-0,60% a 463,10 franchi).

Sul mercato allargato continua la rimonta di Meyer Burger, che oggi ha guadagnato il 9,26% a 1,18 franchi. Ha avuto il vento in poppa anche il titolo Gurit (+4,44% a 1000 franchi). Il gruppo sangallese attivo nel settore dei materiali compositi di alta tecnologia ha concluso un nuovo contratto per un importo di 11 milioni di franchi dopo quello ottenuto alcuni giorni fa per 9 milioni di franchi.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve