Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Seduta positiva per la borsa svizzera: l'indice dei valori guida SMI ha chiuso a 8704,39 punti, in progressione dello 0,49% rispetto a ieri, mentre il listino globale SPI ha guadagnato lo 0,52% a 9658,25 punti.

In primo piano è tornato il tema della politica monetaria, dopo che ieri esponenti della Federal Reserve si sono espressi a favore di un'accelerazione dell'aumento dei tassi. Altre opinioni sono attese in serata, mentre dall'Eurozona giungono segnali di un proseguimento della politica espansiva.

In ambito politico sembrano invece affievolirsi i timori riguardo a un esito delle elezioni francesi non gradito ai mercati. E sul fronte congiunturale hanno avuto poco impatto sia il dato definitivo sulla crescita del Pil negli Usa durante il quarto trimestre (+2,1%), sia quello sulle richieste di sussidio disoccupazione, calate meno del previsto.

Per quanto concerne i singoli titoli si sono messi in luce Adecco (+2,24% a 70,75 franchi) e LafargeHolcim (+2,43% a 59,00 franchi), più tonici di altri valori particolarmente sensibili ai cicli economici come ABB (+0,65% a 23,37 franchi) e Geberit (+0,32% a 439,40 franchi). Nel segmento del lusso Swatch (+1,02% a 356,10 franchi) ha avuto meno difficoltà di Richemont (-0,57% a 78,05 franchi).

Fra i bancari UBS (+1,08% a 15,95 franchi) e Credit Suisse (+1,21% a 15,08 franchi) sono risultati più ispirati di Julius Bär (+0,50% a 49,91 franchi). Nello stesso comparto finanziario hanno offerto accenti diversi gli assicurativi Zurich (-0,39% a 280,80 franchi), Swiss Life (+0,53% a 324,40 franchi) - il CEO dovrà assentarsi per mesi per curare il cancro - e Swiss Re (+1,29% a 90,00 franchi).

Swisscom (+0,42% a 458,00 franchi) è stata favorita da una raccomandazione di Berenberg. Hanno trascinato il listino Novartis (+0,74% a 75,05 franchi) e Roche (+0,98% a 257,90 franchi), mentre ha arrancato il terzo peso massimo difensivo, Nestlé (-0,39% a 77,30 franchi).

Completano il quadro delle blue chip Actelion (+0,61% a 279,50 franchi), Givaudan (+0,84% a 1802,00 franchi), SGS (+0,52% a 2125,00 franchi) e Syngenta (+0,27% a 440,70 franchi).

Nel mercato allagato ha informato sull'andamento degli affari Evolva (+7,14% a 0,60 franchi). Lonza (+1,88% a 189,50 franchi) ha annunciato l'entità dell'aumento di capitale per l'acquisizione di Capsugel.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS