Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Ancora una seduta positiva per la borsa svizzera: l'indice dei valori guida SMI ha chiuso a 8830,29 punti, in progressione dello 0,63% rispetto a ieri, mentre il listino globale SPI ha guadagnato lo 0,65% a 9975,34 punti.

L'atmosfera di fondo sostanzialmente favorevole - grazie all'esito del primo turno delle elezioni francesi - è stata sostenuta oggi da buoni risultati aziendali e dalla speranza che il presidente americano Donald Trump vari una riforma fiscale con un netto taglio delle imposte per le imprese.

Sul fronte interno la giornata è stata da incorniciare per Credit Suisse (+2,68% a 15,71 franchi), che ha pubblicato i trimestrali e che ha annunciato un aumento di capitale, al posto dell'inizialmente previsto sbarco in borsa dell'unità elvetica. Non ha sfigurato nemmeno UBS (+0,97% a 16,69 franchi) - che informerà venerdì sui suoi primi tre mesi - mentre più sotto tono sono sembrati Julius Bär (+0,10% a 50,70 franchi) nonché gli assicurativi Zurich (+0,15% a 273,40 franchi), Swiss Life (+0,21% a 334,80 franchi) e Swiss Re (+0,06% a 87,15 franchi).

Accenti diversi hanno mostrato i valori più sensibili ai cicli economici come ABB (+1,09% a 24,22 franchi), Adecco (+0,13% a 75,15 franchi), LafargeHolcim (-0,52% a 57,30 franchi) e Geberit (+0,65% a 448,80 franchi). Acquisti importanti sono stati segnalati nel settore del lusso, ritenuto pronto a una ripresa, con Swatch (+4,28% a 400,00 franchi) che ha approfittato di una raccomandazione di UBS e ha così sovrastato Richemont (+2,00% a 84,00 franchi).

Hanno accelerato nel finale i pesi massimi difensivi Novartis (+0,59% a 76,15 franchi), Roche (+0,31% a 257,80 franchi) - che pubblicherà domani i conti trimestrali - e Nestlé (+0,45% a 77,55 franchi). Completano il quadro delle blue chip Actelion (-0,18% a 278,80 franchi), Givaudan (+0,26% a 1925,00 franchi), SGS (+0,68% a 2229,00 franchi), Swisscom (-0,43% a 438,90 franchi) e Syngenta (+1,18% a 462,20 franchi).

Nel mercato allargato ha brillato Logitech (+3,47% a 32,80 franchi), dopo i risultati annuali chiaramente superiori alle attese. Pure Varia US Properties (+0,78% a 39,00 franchi) ha informato sull'andamento degli affari. Da parte sua Dufry (+1,95% a 162,30 franchi) ha comunicato che il gruppo cinese HNA controlla il 17% delle azioni.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS