Navigation

Borsa svizzera: chiude in rialzo, SMI +0,74%

Questo contenuto è stato pubblicato il 10 ottobre 2019 - 17:42
(Keystone-ATS)

La borsa svizzera chiude in rialzo una seduta a lungo trascorsa in territorio negativo. L'indice dei valori guida SMI ha terminato a 9903,02 punti, in progressione dello 0,74% rispetto a ieri, mentre il listino globale SPI ha guadagnato lo 0,60% a 12'054,47 punti.

In Svizzera la prospettiva di un allentamento della tensione commercialle fra Washington e Pechino ha favorito, nel segmento del lusso, Swatch (+1,06% a 256,70 franchi) e Richemont (+2,18% a 71,10 franchi). In primo piano figurava anche Givaudan (+2,12% a 2795,00 franchi), che ha informato sulle vendite nei primi nove mesi raccogliendo il consenso degli analisti.

Ben ispirati si sono fin da subito rivelati i bancari UBS (+2,10% a 10,72 franchi) e Credit Suisse (+1,66% a 11,61 franchi). Qualche difficoltà - in gran parte risolta nel finale - è stata vissuta invece dai pesi massimi difensivi Nestlé (invariata a 107,54 franchi), Novartis (+0,47% a 85,40 franchi) e Roche (+0,37% a 287,25 franchi). Nel mercato allargato Sunrise (+3,74% a 80,50 franchi) è avanzata, dopo che - stando alla Reuters - la società di consulenza ISS si è espressa contro la fusione con UPC.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.