Navigation

Borsa svizzera: chiude in rialzo e ai massimi di sempre, SMI +1,05%

La giornata è stata positiva per i listini elvetici. KEYSTONE/ENNIO LEANZA sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 19 febbraio 2020 - 17:54
(Keystone-ATS)

Archiviata ieri una seduta negativa, la borsa svizzera ha ritrovato oggi il cammino della crescita. L'indice dei valori guida SMI ha terminato a 11'263,01 punti, su dell'1,05% rispetto a ieri e record di sempre alla chiusura.

Il listino allargato SPI ha guadagnato l'1,02% a 13'561,17 punti.

Il mercato si è quindi ancora una volta mosso su livelli record, con l'SMI che ha raggiunto un massimo di giornata a 11'264,33 punti. Lo shock provocato ieri da Apple, che ha corretto al ribasso le previsioni sui ricavi sulla scia dei problemi causati dal coronavirus, sembra già essere stato digerito. La tendenza è di considerare i problemi provocati dalla malattia in Cina come solo transitori.

Stando agli operatori, considerato il permanente basso livello dei tassi, non vi sono grandi alternative alle azioni e dopo ogni minima correzione si trovano nuovi compratori. Qualche voce isolata fa comunque presente che i corsi non potranno sempre salire.

Per quanto riguarda i singoli titoli hanno rimbalzato dopo le difficoltà di ieri i valori particolarmente sensibili ai cicli economici come ABB (+1,35% a 24,06 franchi), Adecco (+1,22% a 57,98 franchi), Geberit (+3,12% a 535,80 franchi), LafargeHolcim (+0,45% a 49,25 franchi) e Sika (+2,16% a 186,50 franchi). Nel segmento del lusso Swatch (+0,65% a 248,00 franchi) si è mossa in linea con Richemont (+0,86% a 72,92 franchi).

Fra i bancari Credit Suisse Suisse (+0,93% a 13,57 franchi) si è fatta preferire a UBS (-0,12% a 12,91 franchi). Nello stesso comparto finanziario positivo è stato l'andamento degli assicurativi Zurich (+0,41% a 439,90 franchi), Swiss Re (+0,73% a 116,80 franchi) e Swiss Life (+0,73% a 521,40 franchi).

Hanno trainato con più o meno forza il listino i pesi massimi Nestlé (+1,58% a 109,46 franchi), Roche (+1,62% a 351,15 franchi) - che ha potuto annunciare novità interessanti per il suo preparato Tecentriq negli Stati Uniti - e Novartis (+0,44% a 95,82 franchi). Praticamente ferma sul posto è rimasta Swisscom (-0,03% a 575,60 franchi), confrontata con una nuova panne sulla sua rete.

Nel mercato allargato hanno informato sul bilancio 2019 Sulzer (-0,37% a 106,60 franchi) e Valora (+4,28% a 280,00 franchi). Acquisti sono stati segnalati su GAM (+2,93% a 3,09 franchi), che domani presenterà a sua volta le cifre relative all'ultimo esercizio.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.