Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La seduta della borsa svizzera si è chiusa in ribasso, con l'indice dei valori guida SMI a 8'539.71 punti (-0,17% ) e il listino allargato SPI a 8'445.24 punti (-0,20%).

Il colosso dell'alluminio Alcoa, che dà tradizionalmente l'avvio alle pubblicazioni dei risultati negli Stati Uniti, ha dato un segnale positivo annunciando ieri sera utili nel secondo trimestre. Gli investitori però sono prudenti poiché attendono le pubblicazioni in serata relative all'ultima riunione della Fed.

Ma sono soprattutto le vendite dei titoli dei pesi massimi Novartis e Roche a creare pressione sul mercato. Gli investitori temono un erosione sugli utili se altri Paesi europei seguiranno l'esempio della Francia per quanto riguarda l'antitumorale per gli occhi Lucentis. Ieri il Parlamento francese ha infatti deciso che i medici in futuro dovranno prescrivere, per motivi di costo, il medicamento contro il cancro Avastin di Roche per trattamenti di malattie agli occhi. Questo andrebbe a scapito di Novartis, il quale vende il medicamento Lucentis in Europa. Secondo previsioni degli analisti Novartis potrebbe perdere nel peggiore dei casi dal 3 al 4% del proprio fatturato. Roche cede lo 0,52% a 265.50 franchi e Novartis lo 0,37% a 80.00 franchi. Sempre nel settore farmaceutico anche Actelion è in perdita (-0,98% a 111.70 franchi).

Per quanto riguarda i singoli corsi Nestlé rimane invariato a 68.80 franchi. Tutti positivi i bancari, con Credit Suisse (+0,20% a 25.66 franchi), Julius Bär (+0,55% a 36.50 franchi) e UBS (+0,80% a 16.39 franchi). In perdita di velocità il segmento del lusso con Swatch che perde lo 0,68% a 511.50 franchi e Richemont lo 0,28% a 90.30 franchi. La perdita è da ricondurre a dati congiunturali deboli dalla Cina.

I titoli ciclici sono contrastati: Geberit (+0,23% a 308.70 franchi), ABB (+0,24% a 20.50 franchi), Adecco (-0,35% a 70.35 franchi) e Holcim (-0,82% a 78.90 franchi). Il gruppo elettrotecnico ABB ha ricevuto dal Canada un ordine per un valore di 400 milioni di dollari americani. Su mandato della NSP Maritime Link, filiale della società elettrica canadese Emera, la società costruirà una linea ad alta tensione per allacciare per la prima volta l'isola di Terranova con il continente nordamericano. Il progetto dovrebbe essere portato a termine nel 2017, informa oggi il gruppo elvetico.

Per quanto riguarda gli assicurativi Zurich Insurance perde lo 0,37% a 270.60 franchi e Swiss Re cede lo 0,71% a 76.95 franchi.

Nel mercato allargato Cosmo guadagna il 7,76% a 179.10 franchi. Il gruppo farmaceutico italiano quotato alla borsa svizzera, intende unire una sua filiale irlandese, Cosmo Technologies, con la società americana Salix: quest'ultima controllerà l'80% della nuova entità, Cosmo il 20%. Nell'ambito dell'operazione, Cosmo riceverà oltre 19 milioni di azioni Salix, per un attuale valore borsistico di 2,7 miliardi di dollari.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS