Navigation

Borsa svizzera: chiude in ribasso, SMI -0,66%

La settimana si è chiusa in rosso. KEYSTONE/ENNIO LEANZA sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 04 settembre 2020 - 17:47
(Keystone-ATS)

La borsa svizzera chiude in ribasso una seduta trascorsa sull'ottovolante. L'indice dei valori guida SMI ha terminato a 10'153,09 punti, in flessione dello 0,66% rispetto a ieri, mentre il listino globale SPI ha perso lo 0,81% a 12'626,52 punti.

Il mercato era partito molto male, sulla scia di un arretramento notevole, ieri, di Wall Street. Visti gli elevati livelli dei corsi raggiunti nelle ultime settimane molti investitori hanno quindi preferito realizzare i guadagni.

La tendenza è poi però cambiata, anche grazie al sensibile e inatteso calo della disoccupazione negli Stati Uniti. Mentre gli esperti si stavano già interrogando su come questo potrà influire sulla politica monetaria della Federal Reserve, in primo piano sono tornate le incertezze del momento legate allo sviluppo della pandemia e alle tensioni geopolitiche. La borsa di New York ha così cominciato a perdere, trascinando con sé anche le piazze del vecchio continente.

Sul fronte interno hanno pesato sul listino i colossi difensivi Nestlé (-0,97% a 108,28 franchi), Novartis (-0,43% a 78,84 franchi) e Roche (-0,87% a 317,25 franchi). Anche Lonza (-1,57% a 540,60 franchi) ha insistito nel suo trend negativo, che segue peraltro settimane in grande spolvero.

In ordine sparso si sono mossi i valori particolarmente sensibili alla congiuntura come LafargeHolcim (-0,68% a 42,07 franchi), Geberit (-0,62% a 509,60 franchi), Sika (+0,57% a 212,90 franchi) e ABB (+1,44% a 23,28 franchi). Nel segmento del lusso Swatch (+0,40% a 200,10 franchi) si è trovata un passo davanti a Richemont (-0,03% a 61,94 franchi).

Hanno ripiegato gli assicurativi Swiss Re (-1,34% a 73,50 franchi), Swiss Life (-0,49% a 369,30 franchi) e Zurich (-1,01% a 334,80 franchi). La possibile mega fusione in Spagna fra Bankia e Caixabank ha almeno in parte stimolato il comparto bancario, con UBS (-0,13% a 11,19 franchi) un po' più ispirata di Credit Suisse (-0,86% a 9,99 franchi).

Nel mercato allargato Kudelski (+14,76% a 3,62 franchi) ha beneficiato dell'annuncio di un contratto con Amazon.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.