Navigation

Borsa svizzera: chiude in ribasso, SMI -0,89%

Partire bene, finire male: ogni tanto le giornate sono così. KEYSTONE/ENNIO LEANZA sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 31 luglio 2020 - 17:42
(Keystone-ATS)

Un brusco arretramento nel finale porta la borsa svizzera a chiudere in ribasso una seduta che l'ha vista a lungo in territorio positivo. L'indice dei valori guida SMI ha terminato a 10'005,90 punti, in flessione dello 0,89% rispetto a ieri.

Il listino globale SPI ha perso lo 0,95% a 12'407,39 punti.

Il mercato era partito bene sulla scia dei risultati semestrali sorprendentemente positivi pubblicati ieri sera dai colossi tecnologici statunitensi. Con il trascorre delle ore è però cresciuto il nervosismo, in particolare alla luce dell'ulteriore aumento del numero di casi di coronavirus negli Usa e in Europa. L'incombente fine settimana ha spinto inoltre molti investitori a dar prova di prudenza.

I riflettori erano puntati su Swiss Re (+0,76% a 71,76 franchi), che ha confermato il cattivo andamento della prima parte dell'anno, fornendo però rallegranti indicazioni sul prosieguo dell'esercizio. Hanno chiuso staccati gli altri due assicurativi, Swiss Life (-0,42% a 332,90 franchi) e Zurich (-0,06% a 336,20 franchi), mentre maggiormente ispirati sono apparsi i bancari Credit Suisse (+2,64% a 9,71 franchi) - grazie ai commenti favorevoli degli analisti, dopo la pubblicazione, ieri, del bilancio di metà anno - e UBS (+0,71% a 10,70 franchi).

La prospettiva di una seconda ondata della pandemia non ha favorito i valori particolarmente sensibili alla congiuntura come ABB (-1,43% a 22,77 franchi), Adecco (-0,85% a 43,17 franchi), LafargeHolcim (-0,55% a 43,01 franchi), Geberit (-1,10% a 503,20 franchi) e Sika (-1,18% a 200,50 franchi). Nel segmento del lusso, Swatch (-0,24% a 191,00 franchi) si è fatta preferire a Richemont (-1,70% a 56,50 franchi). Ancora in progressione è apparsa Lonza (+0,46% a 568,60 franchi).

Il listino elvetico ha sofferto però soprattutto per la debolezza dei suoi pesi massimi difensivi Nestlé (-1,66% a 108,10 franchi), Novartis (-1,17% a 75,47 franchi) e Roche (-1,66% a 316,10 franchi). Nel mercato allargato Logitech (+1,63% a 66,28 franchi) ha approfittato dei buoni dati resi noti da società di spicco dell'industria informatica americana.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.