Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ZURIGO - Giornata negativa per la borsa svizzera. L'indice dei valori guida SMI ha chiuso a 6360,20 punti (-0,90% rispetto a ieri), mentre il listino globale SPI ha perso lo 0,88% a 5611,53 punti.
Dopo aver aperto in modo debole, sulla scia dei realizzi di guadagno che hanno appesantito le piazze asiatiche, il mercato elvetico ha ampliato le perdite in seguito alla pubblicazione in Germania dell'ultimo dato relativo agli ordinativi dell'industria, che sono risultati inaspettatamente in calo in luglio. L'avvio al ribasso di Wall Street - prima seduta settimanale, ieri negli Usa era giorno festivo - ha poi confermato la tendenza.
I titoli finanziari hanno sofferto per le voci sugli elevati costi che la normativa Basilea III comporterebbe per il settore bancario e per i dubbi espressi dal "Wall Street Journal" sui test cui sono stati sottoposti gli istituti in Europa. Sembra inoltre suscitare poco interesse il programma infrastrutturale da 50 miliardi di dollari annunciato dal presidente americano Barack Obama.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS