Navigation

Borsa svizzera: chiude in ribasso, SMI -1,63%

Oggi non è finita bene in borsa. KEYSTONE/ENNIO LEANZA sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 24 luglio 2020 - 17:51
(Keystone-ATS)

La borsa svizzera termina la settimana con un'altra seduta in ribasso. L'indice dei valori guida SMI ha chiuso a 10'214,21 punti, in flessione dell'1,63% rispetto a ieri, mentre il listino globale SPI ha perso l'1,74% a 12'646,71 punti.

Gli operatori hanno parlato di una serie di realizzi di guadagno, dopo alcune settimane positive. Sui mercati aleggia il timore di un acutizzarsi delle tensioni fra Stati Uniti e Cina, mentre la pandemia di coronavirus è tutt'altro che superata.

Per diversi investitori una fase di correzione non giunge inoltre inopportuna: permette di rivalutare i portafogli, dopo che l'SMI a inizio settimana a quasi raggiunto il livello di fine 2019 (e l'SPI lo ha addirittura superato). Un certo nervosismo, prima della pausa del fine settimana, è stato testimoniato dall'incremento dell'indice di volatilità VSMI, spesso soprannominato "barometro della paura".

Sul fronte interno l'attenzione era concentrata su Lonza (-0,88% a 563,20 franchi), che ha annunciato l'intenzione di cedere il comparto chimico per concentrarsi in ambito farmaceutico. In settori analoghi più in difficoltà sono apparsi Novartis (-2,11% a 78,07 franchi), Roche (-2,80% a 318,90 franchi) e Alcon (-3,60% a 55,10 franchi). Non è sfuggito alla tendenza generale un altro titolo difensivo quale Nestlé (-1,62% a 109,48 franchi).

Tutti negativi si sono mostrati i valori particolarmente sensibili alla congiuntura come ABB (-1,65% a 23,78 franchi), Adecco (-2,28% a 45,77 franchi), LafargeHolcim (-1,69% a 44,10 franchi), Geberit (-0,59% a 506,20 franchi) e Sika (-1,22%) a 203,00 franchi), Nel segmento del lusso, Richemont (-1,44% a 59,02 franchi) si è mossa non molto lontano da Swatch (-1,49% a 188,70 franchi).

Fra i bancari UBS (+0,36% a 11,27 franchi) si è fatta preferire a Credit Suisse (-0,55% a 9,82 franchi), mentre nel ramo assicurativo Swiss Re (+0,30% a 74,44 franchi) ha mostrato oggi di avere carte migliori di Swiss Life (-0,80% a 348,50 franchi) e Zurich (-0,69% a 347,70 franchi).

Nel mercato allargato l'attenzione era concentrata su Sulzer (+0,71% a 78,30 franchi) e Schindler (-3,67% a 231,00 franchi), alle prese con ristrutturazioni.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.