Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La borsa svizzera ha chiuso quasi perfettamente piatta una seduta trascorsa in gran parte in territorio negativo. L'indice dei valori guida SMI ha terminato a 7937,88 punti, in progressione dello 0,04% rispetto a ieri.

Il listino globale SPI è rimasto stabile a 8562,06 punti, con uno scarto di +0,37 punti e una variazione percentuale nulla.

"Dopo due sedute in netto recupero il mercato si è meritato una pausa, siamo in una fase di consolidamento", ha spiegato un operatore. Complice anche l'assenza di impulsi importanti sul fronte aziendale e congiunturale la giornata è trascorsa senza scossoni, con l'SMI all'interno di una ristretta banda di oscillazione.

A livello di singoli titoli Credit Suisse (-2,98% a 13,68 franchi) ha sofferto per i realizzi di guadagno dopo aver avanzato ieri del 5% sulla scia dei trimestrali. Meno negativi sono apparsi UBS (-0,58% a 15,49 franchi) e Julius Bär (-0,56% a 39,30 franchi). Nel comparto assicurativo Zurich (+0,51% a 216,30 franchi) e Swiss Life (+0,54% a 242,00 franchi) si sono mossi meglio di Swiss Re (-0,46% a 87,00 franchi).

Sono sembrati più ispirati con il trascorrere delle ore i valori particolarmente sensibili ai cicli economici come ABB (+0,65% a 20,24 franchi), Geberit (+0,27% a 368,40 franchi), Adecco (+0,26% a 58,90 franchi) - che ieri ha perso il 5% - e LafargeHolcim (+1,31% a 44,07 franchi). Nel segmento del lusso Swatch (-1,74% a 322,30 franchi) e Richemont (-1,11% a 62,15 franchi) hanno subito l'impatto dei dati deludenti presentati dal concorrente americano Fossil.

Hanno svolto una funzione di traino del listino Nestlé (+0,62% a 72,75 franchi) e Novartis (+0,07% a 73,25 franchi), mentre si è defilato il terzo peso massimo difensivo, Roche (-0,08% a 244,00 franchi). Completano lo scacchiere delle blue chip Actelion (+0,26% a 156,50 franchi), Givaudan (-0,31% a 1929,00 franchi), SGS (-0,19% a 2092,00 franchi), Syngenta (-0,10% a 391,90 franchi) e Swisscom (+0,17% a 481,10 franchi)

Nel mercato allargato tonfo di Galenica (-8,64% a 127,00 franchi) a causa della vendita di un importante pacchetto d'azioni da parte di Sprint Investment. EFG International (-1,02% a 5,80 franchi) ha pubblicato i dettagli relativi all'aumento di capitale per l'acquisizione di BSI e ha ventilato un aumento delle rettifiche di valore in relazione al portafoglio assicurativo.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS