Navigation

Borsa svizzera: chiude poco mossa, SMI -0,31%

Si chiude una settimana ancora una volta movimentata. KEYSTONE/ENNIO LEANZA sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 03 aprile 2020 - 17:51
(Keystone-ATS)

La borsa svizzera chiude con una seduta trascorsa vicino alla linea della parità una settimana ancora una volta movimentata. L'indice dei valori guida SMI ha terminato a 9242,44 punti, giù dello 0,31% rispetto a ieri.

Il listino globale SPI ha invece guadagnato lo 0,11% a 11'286,08 punti. Il mercato elvetico si è mostrato sensibilmente più resistente di altre piazze europee, in tempi in cui gli investitori si interrogano sull'evoluzione della congiuntura mondiale di fronte alla sfida del coronavirus.

Oggi sono stati pubblicati nuovi dati negativi relativi al mercato del lavoro americano: in marzo sono andati persi 700'000 posti di lavoro e il tasso di disoccupazione è salito al 4,4%. Anche diversi dati macroeconomici europei segnalano un'economia in netta perdita di velocità.

Sul fronte interno poco ispirati sono apparsi i valori particolarmente sensibili alla congiuntura come ABB (-1,49% a 16,22 franchi), Adecco (-2,54% a 35,37 franchi), LafargeHolcim (-0,58% a 34,32 franchi) e Geberit (-2,59% a 402,00 franchi). Nel segmento del lusso, Swatch (-3,06% a 182,35 franchi) si è trovata ancora più in difficoltà di Richemont (-1,69% a 49,96 franchi).

La giornata è stata da dimenticare per i bancari UBS (-1,50% a 8,66 franchi) e Credit Suisse (-1,14% a 7,63 franchi). Nello stesso comparto finanziario le vendite hanno interessato pure gli assicurativi Swiss Life (-1,77% a 305,60 franchi), Zurich (-9,00% a 303,20 franchi) - azzoppata dall'elargizione di un dividendo di 20 franchi - e Swiss Re (-0,45% a 71,18 franchi).

Hanno per contro trainato il listino Nestlé (+1,27% a 102,36 franchi) e Novartis (+1,08% a 81,65 franchi), mentre ha marciato sul posto il terzo peso massimo difensivo, Roche (-0,06% a 322,50 franchi).

Nel mercato allargato va segnalato il crollo di APG (-8,15% a 169,00 franchi), dopo che la dirigenza ha annunciato la rinuncia a versare un dividendo. AMS (-11,32% a 7,82 franchi) sta da parte sua continuando ad archiviare giornate assai negative.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.