Navigation

Borsa svizzera: chiusura in ribasso, SMI -0,89%

Questo contenuto è stato pubblicato il 01 giugno 2011 - 18:15 minuti
(Keystone-ATS)

La Borsa svizzera ha chiuso la sessione odierna in territorio negativo: l'indice guida SMI ha perso lo 0,89% a 6'496,47 punti, mentre il listino allargato SPI è arretrato dello 0,75% a 5'977,84 punti.

Dopo una mattinata in leggero calo, la piazza finanziaria elvetica ha ampliato le perdite nel finale delle contrattazioni in seguito all'annuncio dei dati americani sulla manifattura e sull'occupazione.

L'indice Ism, che monitora l'andamento del settore manifatturiero negli Stati Uniti, è sceso infatti in maggio a 53,5 da 60,4. Dal canto suo, nello stesso mese il settore privato statunitense ha creato 38'000 posti di lavoro, un dato di gran lunga inferiore rispetto alle attese degli economisti che puntavano su 175'000 nuovi occupati.

Nell'indice SMI diversi titoli hanno fatto segnare perdite importanti: CS Group (-0,87% a 36,30 franchi), Roche (-1,07% a 148,40 franchi), ABB (-1,44% a 22,56 franchi), Novartis (-1,73% a 54,10 franchi), Julius Baer (-1,85% a 36,67 franchi), Transocean (-1,94% a 58 franchi) e Adecco (-3,01% a 56,30 franchi).

Ha invece limitato i danni Nestlé (-0,18% a 54,70 franchi), mentre hanno concluso in territorio positivo soltanto Synthes (+0,07% a 148,60 franchi), Actelion (-0,41% a 46,17 franchi) e UBS (+0,12% a 16,36 franchi).

Nel listino allargato da segnalare l'ottimo andamento di Arbonia Forster (+6,07% a 34,95 franchi), che ha coinciso con il primo giorno di lavoro del nuovo Ceo Daniel Frutig.

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?