Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Dopo un avvio in negativo e una giornata contrassegnata da un andamento altalenante, la Borsa svizzera ha chiuso la seduta leggermente in positivo con l'indice dei valori guida SMI in crescita dello 0,09% a 8'804.44 punti e quello allargato SPI in progressione dello 0,01% a 8'678.29 punti. Gli investitori sono rimasti cauti in attesa della riunione della Federal reserve (Fed).

Nel pomeriggio sono giunti da Oltre Oceano i prezzi alla produzione in agosto: rimasti invariati rispetto a luglio, sono saliti dell'1,8% rispetto allo stesso mese dell'anno precedente. Al netto della componente alimentari ed energia i prezzi alla produzione sono saliti dello 0,1% su base congiunturale e dell'1,8% su base annua.

Hanno sostenuto il listino i pesi massimi difensivi Nestlé e Roche che hanno terminato in progressione rispettivamente dello 0,42% (a 70,95 franchi) e dello 0,62% (a 277,50 franchi). Negativa invece Novartis che ha lasciato sul terreno lo 0,40% a 87,75 franchi.

Tra i bancari, unico a registrare una crescita è stato CS Group (+0,48% a 25,36 franchi). UBS è scesa dello 0,24% a 16,29 franchi e Julius Bär dello 0,51% a 42,58 franchi). Male entrambi gli assicurativi con Zurich in calo dello 0,11% a 279,80 franchi e Swiss Re dello 0,33% a 75,65 franchi.

In ordine sparso i titoli più sensibili alla congiuntura: ABB ha chiuso in rialzo (+0,52% a 21,42 franchi) come pure Geberit (+0,06% a 314,00 franchi), mentre in calo sono risultati Adecco (-0,66% a 67,45 franchi) e Holcim (-0,64% a 70,20 franchi).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS