Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Borsa svizzera ha vissuto oggi una giornata sostanzialmente improntata alla prudenza in attesa di conoscere l'esito delle elezioni europee e ucraine, che si terranno questo fine settimane. L'SMI ha superato per la prima volta dal dicembre 2007 gli 8700 punti. Al termine delle contrattazioni, l'indice guida ha chiuso in rialzo dello 0,11% a 8'703,84 punti e quello allargato SPI si è portato a 8'561,97 punti (+0,09%).

I listini non si sono eccessivamente spaventati dopo l'annunciato indice Ifo dei responsabili agli acquisti tedeschi che è inferiore alle stime (110,4 punti contro i 111,2 di aprile). Invece ha avuto un influsso positivo, anche se moderato, la notizia che le vendite di case nuove negli Stati Uniti ad aprile hanno segnato una crescita del 6,4%, oltre le attese degli analisti. Dal canto suo l'agenzia di rating Standard & Poor's (S&P) ha confermato per la Svizzera la miglior valutazione "AAA", con prospettiva stabile.

Oggi il listino principale è stato incerto e ha risentito dell'andamento contrastato dei pesi massimi difensivi: Novartis (+0,37% a 80,70 franchi), Roche (-0,04% a 268,4 franchi) e Nestlé (-0,43% a 70 franchi).

Tra i titoli più legati alla congiuntura si è messo in evidenza Adecco (+0,90% a 73,15 franchi). ABB ha guadagnato lo 0,85% a 21,37 franchi, Geberit lo 0,31% a 295,70 franchi e Holcim ha ceduto lo 0,50% a 79,05 franchi.

Per quanto riguarda i bancari UBS ha chiuso in crescita dello 0,45% a 17,94 franchi, CS dell'1,41% a 26,61 franchi. Malgrado la forte multa inflitta dalle autorità statunitensi la banca non ha avuto problemi ieri a raccogliere 5 miliardi di dollari con tre prestiti obbligazionari. Infine Julius Bär ha segnato un +1,24% a 40,75 franchi.

In calo invece Zurich Insurance (-0,08% a 265,80 franchi) mentre Swiss Re fa meglio (+0,06% a 79,35 franchi). Sono infine contrastati i titoli legati ai prodotti di lusso: Richemont ha chiuso la giornata con un +0,64% a 94,05 franchi, mentre Swatch ha ceduto lo 0,19% a 536,50 franchi. Da segnalare anche la discesa di Swisscom (-1,19% a 537,50 franchi), mentre Transocean ha guadagnato l'1,19% a 38,34 franchi.

SDA-ATS