Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ZURIGO - Dopo avere oscillato a lungo attorno alla parità, la Borsa svizzera ha chiuso in rialzo, sulla scia dei miglioramenti a Wall Street. L'indice principale SMI ha terminato la seduta a quota 6337,72, guadagnando lo 0,25%. L'indice allargato SPI si è attestato a 5609,71 punti (+0,28%).
I consumi degli americani e i redditi a giugno sono rimasti al palo: i dati sono entrambi invariati. Le previsioni degli economisti erano per un incremento, rispettivamente, dello 0,1% e 0,2%. Gli ordini industriali nello stesso mese sono scesi dell'1,2%, oltre le attese degli osservatori. Infine i contratti non ancora conclusi per l'acquisto di case sono diminuiti del 2,6% a giugno, un dato inferiore alle previsioni.
Sulla piazza elvetica le cifre trimestrali di Procter & Gamble, peggiori delle aspettative, in un primo tempo hanno spinto al ribasso i titoli Nestlé. Il gigante alimentare ha poi recuperato terreno per chiudere in parità a 51,90 franchi. Novartis ha sostenuto il mercato, avanzando dello 0,48% (a 52,05 franchi) e ancor di più Roche con un guadagno dell'1,39% (a 138,90 franchi).
Quanto ai titoli bancari il Credit Suisse, che ieri era salito di quasi il 4%, è in rialzo dello 0,51% (a 49,49 franchi), l'UBS ha perso lo 0,44% (a 18,02 franchi) e la Julius Bär lo 0,40% (a 37,38 franchi). Tra gli assicurativi, Zurich Financial è in calo dello 0,40% (a 247,30 franchi), mentre Swiss Re è in rialzo dello 0,33% (a 48,90 franchi). Le due compagnie pubblicheranno giovedì il bilancio intermedio.
Fra i titoli sensibili ai cicli congiunturali predominano i realizzi di guadagni, ha osservato un broker. ABB è in discesa dello 0,37% (a 21.50 franchi), Holcim dello 0,49% (a 70,40 franchi). In perdita di velocità anche Richemont (-0,99% a 40,90 franchi) e, in misura minore, Swatch Group (-0,27% a 327,50 franchi). Adecco è invece sopra la parità (+0,63% a 55,95 franchi). In ripresa Transocean (+2,75% a 52,40 franchi), proprietaria della piattaforma petrolifera esplosa nel Golfo del Messico e gestita dalla BP.
Nel mercato allargato, Arbonia-Forster chiude senza variazioni a 24,50 franchi. Il gruppo turgoviese specializzato in impianti di riscaldamento, sanitari, cucine, finestre e porte ha realizzato nel primo semestre dell'anno un utile di 1,3 milioni di franchi, a fronte delle perdite di 23,3 milioni subite nello stesso periodo del 2009. Gli analisti si aspettavano un risultato netto di 3 milioni di franchi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS