Navigation

Borsa svizzera: di nuovo in discesa

Questo contenuto è stato pubblicato il 05 agosto 2011 - 15:28
(Keystone-ATS)

Dopo avere azzerato le perdite sulla scia dei dati americani sul lavoro, la Borsa svizzera ha ripreso a scendere. L'indice principale SMI verso le 14.50 segnava un calo dello 0,48% a 5259,66 punti. Stamane aveva segnato un minimo di giornata a quota 5075,10. L'indice allargato SPI registrava 4812,55 punti (-0,67%).

L'economia statunitense ha creato a luglio 117.000 impieghi, contro le attese di 85'000. Inoltre il tasso di disoccupazione è calato a sorpresa al 9,1%.

Del rimbalzo hanno beneficiato in particolare i bancari, con l'UBS in crescita dell'1,52%, il Credit Suisse dello 0,78% e la Julius Bär dello 0,45%.

In positivo anche i valori più legati all'andamento della congiuntura. ABB sale dello 0,72%, Adecco del 2,23%, Holcim dello 0,02%. Ridotte nettamente le perdite per Swatch Group (-1,03%) e pasaggio sopra la linea per Richemont (+0,02%).

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?