Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Apertura in calo, temporaneo passaggio al di sopra della linea di demarcazione e poi ritorno in territorio negativo: questa in sintesi la seduta odierna della Borsa svizzera che ha chiuso tuttavia riducendo le perdite. L'indice dei valori guida SMI ha segnato un calo dello 0,10% a 7'928.49 punti. Anche l'indice allargato SPI ha segnato una flessione dello 0,10%, a 7'542.51. La paura per l'insolvenza americana ha pesato sulla seduta.

Molti investitori sono stati delusi per il fatto che negli Stati Uniti non sia stato trovato un accordo sulla crisi del debito. Rimangono ancora tre giorni per scongiurare il rischio di default: giovedì scade infatti il termine per l'innalzamento del debito degli Usa.

Nel listino principale le maggiori perdite sono state registrate dai titoli di lusso Swatch Group e Richemont che hanno ceduto rispettivamente l'1,78% (a 578 franchi) e lo 0,76% (a 91,65 franchi franchi), seguiti dall'assicurativo Zurich che ha lasciato sul terreno lo 0,88% a 235,50 franchi. L'altro titolo assicurativo Swiss Re è invece progredito dello 0,40% a 76,15 franchi.

Per quanto riguarda i bancari, in calo UBS scesa dello 0,43% (a 18,63 franchi), mentre in controtendenza CS Group che ha chiuso in rialzo dello 0,56% a 28,62 franchi e Julius Bär (+0,07% a 43,14 franchi)..

Tra i pesi massimi difensivi, l'unico titolo in flessione è Nestlé (-0,40% a 61,65 franchi). Novartis ha registrato una leggera progressione (+0,15% a 68 franchi) e Roche è cresciuta dello 0,42% a 239,90 franchi. Quest'ultima ha annunciato che nei prossimi tre anni investirà circa 800 milioni di franchi a livello mondiale per potenziare le sue capacità di produzione di farmaci biotecnologici. Il piano - che interesserà le unità di Basilea, Penzberg (D), Vacaville (Usa) e Oceanside (Usa) - comporterà la creazione di 500 posti di lavoro.

Per quanto riguarda i titoli più legati alla congiuntura, in negativo hanno chiuso ABB (-0,33% a 21,14 franchi) e Holcim (-0,61% a 65,70 franchi), mentre in crescita sono risultati Adecco (+0,62% a 65,25 franchi) e Geberit (+0,55% a 238,20 franchi).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS