Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Continua a navigare in territorio negativo la Borsa svizzera. Attorno alle 15.00, l'indice dei titoli guida SMI segnava una contrazione dell'1,69% a 8272,40 punti. Il listino allargato SPI cedeva l'1,66% a quota 8539,34.

A rendere instabile la situazione hanno contribuito i recenti attentati di Istanbul e Giacarta, che sono andati ad aggiungersi alle incertezze legate all'economia cinese e al prezzo del petrolio.

Fra le blue chip, Richemont (-1,83%) continua ad essere sotto pressione, dopo la pubblicazione stamane dei risultati nel terzo trimestre dell'esercizio 2015/2016 (concluso a fine dicembre). In controtendenza invece la diretta concorrente Swatch (+1,12%), che approfitta della situazione.

Male i bancari UBS (-2,43%), Credit Suisse (-3,58%) e Julius Bär (-3,10%), così come gli assicurativi Swiss Re (-2,17%) e Zurich (-2,43%). Perdono terreno anche i valori difensivi: Nestlé (-1,79%), Novartis (-1,09%) e Roche (-1,69%).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS