Navigation

Borsa svizzera: in positivo anche nel pomeriggio

Questo contenuto è stato pubblicato il 31 gennaio 2012 - 15:10
(Keystone-ATS)

La Borsa svizzera si muove in territorio positivo anche nel pomeriggio. I mercati sono favoriti dal nuovo Patto di bilancio Ue che promette più rigore e dal delinearsi di un'intesa tra la Grecia e i creditori privati, hanno osservato gli operatori. Alle 15.00 il listino principale SMI segna 5992,13 punti, in crescita dello 0,36%. L'indice allargato SPI è a quota 5428,32 (+0,44%).

In recupero i valori bancari, sotto pressione ieri. L'UBS sale dell'1,28%, il Credit Suisse dello 0,67% e la Julius Bär dello 0,32%. Fra gli assicurativi, Swiss Re ha invertito tendenza e ora perde lo 0,52%. Zurich Financial registra un incremento dello 0,63%. Quest'ultima compagnia beneficia di un miglioramento del giudizio da parte d Nomura.

Fra i pesi massimi difensivi, solo Nestlé è sotto la linea (-0,56%). Novartis guadagna lo 0,16% e Roche lo 0,71%. Roche ha annunciato ieri sera di avere ricevuto dalla FDA, l'autorità sanitaria statunitense, l'omologazione del farmaco oncologico Erivedge, utilizzato nei tumori della pelle.

Fra i titoli più legati alle oscillazioni congiunturali, ABB è in progressione dell'1,79%, Adecco dello 0,28%, mentre Holcim segna un calo dello 0,66%. Ieri ABB aveva annunciato l'acquisizione per 3,9 miliardi di dollari della società statunitense Thomas & Betts, uno dei principali fornitori di prodotti a bassa tensione.

Buone le performance dei titoli del lusso, con Richemont in crescita dell'1,95% e Swatch Group dell'1,41%.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?