Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Domina la cautela oggi alla borsa svizzera, con gli indici incollati alla parità: alle 11.00 il listino dei valori guida SMI segnava 8866,55 punti, in progressione dello 0,04% rispetto a ieri, mentre l'indice globale SPI guadagnava lo 0,01% a 8993,95 punti.

Gli investitori sperano che la riunione dei ministri delle finanze dell'Eurozona possa portare a una soluzione della crisi greca. In attesa di conoscere gli sviluppi della situazione il mercato dà però prova di prudenza.

Ulteriori impulsi potrebbero arrivare nel pomeriggio con la diffusione dei dati sulla bilancia commerciale Usa. Domani comincerà inoltre oltre Atlantico la nuova stagione dei semestrali, avviata come sempre dal gigante dell'alluminio Alcoa.

Sul fronte interno le variazioni delle singole blue chip sono in gran parte frazionali. In evidenza è Holcim (+1,22%), spinta da un cambiamento di raccomandazione operato da Merrill Lynch. Sotto la linea si muovono gli altri titoli particolarmente dipendenti dalla congiuntura, ABB (-0,72%), Adecco (-0,13%) e Geberit (-0,39%).

I bancari UBS (+0,70%) e Credit Suisse (+0,72%) beneficiano di un rimbalzo dopo la giornata negativa di ieri. In ordine sparso si presentano i pesi massimi difensivi Nestlé (invariata), Novartis (+0,27%) e Roche (-0,38%).

Nel mercato allargato balzo di Molecular Partners (+3,92%), grazie a progressi della società partner Allergan nello sviluppo di un medicinale. Giù per contro Aryzta (-4,33%), dopo una valutazione negativa di Société Générale. Oggi è l'ultimo giorno di quotazione per Bondpartners (-0,57%), società finanziaria specializzata in obbligazioni in divise estere.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS