Dopo un avvio al rialzo, gli indici della Borsa svizzera, al pari delle altre piazze europee, hanno compiuto un tonfo finendo sotto la linea di demarcazione. Poco dopo le 11.30 l'Smi cede lo 0,10% a 7'873,09 punti, l'SPI lo 0,03% a 7'476,94 punti.

C'è attesa per la riunione del consiglio direttivo della Banca centrale europea, che dovrebbe lasciare invariati i tassi, e soprattutto per le indicazioni che arriveranno dal suo numero uno Mario Draghi.

Sul listino principale sono in forte rialzo Julius Bär (+1,97%), Transocean (+1,34%), Adecco (+1,16%) e Geberit (+1,12%). Tra i pesi massimi difensivi Nestlé guadagna lo 0,08%, mentre Novartis e Roche perdono rispettivamente lo 0,50% e lo 0,89%. Nell'indice allargato da segnalare che Nationale Suisse cede il 2,08% dopo la pubblicazione dei risultati semestrali.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.