Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Borsa svizzera: indici scendono sotto la parità

Dopo i primi scambi incerti i listini della Borsa svizzera hanno cominciato a muoversi in territorio positivo, per scivolare nuovamente al di sotto della parità meno di un'ora dopo l'avvio delle contrattazioni. Alle 11.20 circa l'SMI perde lo 0,23% a 8'910.43 punti.

Tra le blue chip zurighesi sotto pressione i bancari Credit Suisse (-1,74%) e UBS (-1,37%), oggetto assieme ad altri istituti finanziari di un'inchiesta della COMCO la quale sospetta un loro boicottaggio delle soluzioni di pagamento mobile Apple Pay e Samsung Pay, nell'intento di favorire la soluzione svizzera TWINT. In forte calo anche Julius Bär (-1,42%).

Perdono oltre un punto percentuale pure Richemont (-1,64%), LafargeHolcim (-1,18%) e Swatch (-1,14%). Segnano un rialzo solo Givaudan (+1,21%), Nestlé (+0,74%), SGS (+0,52%), Sika (+0,47%) e Novartis (+0,07%).

Nel listino allargato SPI (-0,19% a 10'463.72 punti) da segnalare che EFG cede il 6,30% dopo aver annunciato un calo dei patrimoni in gestione. In luce invece Zur Rose (+5,12%), che ha alzato i propri obiettivi finanziari a medio termine, e AMS (+5,35%), nonostante un avvertimento sugli utili.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.