Navigation

Borsa svizzera: indici si rafforzano

Questo contenuto è stato pubblicato il 08 settembre 2011 - 11:57
(Keystone-ATS)

Dopo un avvio incerto, gli indici della Borsa svizzera si sono decisamente rafforzati: alle 11.30 l'SMI sale dell'1,07% a 5'559.98 punti, l'SPI dell'1,04% a 5'060.79 punti.

Ciò nonostante i dati macroeconomici finora pubblicati non sono dei migliori, visto che in Francia la Banca centrale ha tagliato le stime sul Pil e in Germania l'export a luglio è sceso più delle attese (-1,8%).

Gli investitori sono in attesa delle decisioni che saranno adottate dalla Banca centrale europea (anche sui nuovi acquisti di titoli pubblici di Eurolandia) e del piano sull'occupazione che il presidente americano Barack Obama dovrebbe presentare oggi.

Tra le blue chip elvetiche, solo Syngenta (-0,78%) è in flessione. In forte progressione i due maggiori gruppi bancari: UBS sale del 3,56%, Credit Suisse del 3,52%. Avanzano oltre la media del listino anche gli assicurativi Swiss Re (+2,06%) e Zurich Financial Services (+1,92%) nonché Richemont (+1,93%) e Swatch Group (+1,45%), ancora sulla scia dei buoni risultati pubblicati ieri dal gruppo del lusso ginevrino, e Adecco (+1,62%).

Quanto ai pesi massimi difensivi, Roche sale dello 0,99%, Novartis dello 0,84% e Nestlé dello 0,40%.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?