Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Borsa svizzera: indici sotto la parità

Dopo le prime battute in territorio positivo, la Borsa svizzera stamane ha perso terreno. Alle 11.15 il listino principale SMI segnava 7'898.62 punti, in calo dello 0,47%. L'indice allargato SPI era a quota 7'486.72 (-0,37%). Dalle altre borse non sono giunte indicazioni chiare.

I mercati sono cauti, in attesa della pubblicazione questa sera dei verbali del comitato monetario della Fed. Domani ha poi inizio la riunione annuale dei governatori delle banche centrali a Jackson Hole (Wyoming). Gli investitori sperano in indicazioni sui tempi del futuro giro di vite del corso della politica monetaria.

A Zurigo i pesi massimi difensivi contribuiscono alla discesa dei listini. Novartis perde lo 0,44%, Roche l'1,37% e Nestlé lo 0,16%. Le banche, in forte arretramento ieri, continuano a perdere terreno: UBS è in calo dello 0,32%, Credit Suisse dello 0,75% e Julius Bär dell'1,01%. In flessione anche gli assicurativi, con Swiss Re che cede lo 0,55% e Zurich lo 0,12.

Contrastati i titoli più legati alle oscillazioni congiunturali. ABB scende dello 0,34%, Adecco guadagna lo 0,73%, Geberit è in discesa dello 0,51% e Holcim sale dello 0,15%, dopo avere perduto parecchio terreno nelle ultime due sedute. Nel segmento del lusso Richemont è in ribasso dello 0,65%, Swatch Group dello 0,35%.

Fra le diverse aziende dell'indice allargato che hanno pubblicato stamane il bilancio intermedio, Von Roll perde lo 0,73% , Basilea Pharmaceutica il 4,57%, Feintool lo 0,71%, Cicor il 4,90% e Leclanché il 4,05%. In crescita invece Goldbach (+0,77%).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.