Navigation

Borsa svizzera: le perdite si sono accentuate nel pomeriggio

Questo contenuto è stato pubblicato il 03 aprile 2012 - 15:22
(Keystone-ATS)

Le perdite alla Borsa svizzera si sono accentuate col passare delle ore. Poco prima delle 15.00 il listino principale SMI segna 6279,83 punti, in calo dello 0,31%. L'indice allargato SPI è a quota 5773,90 (-0,23%).

Gli investitori aspettano indicazioni dagli Usa, dove nel pomeriggio verranno comunicate le cifre sugli ordini industriali. Per venerdì sono in programma importanti dati sul mercato del lavoro americano, mentre le borse europee rimarranno chiuse per le festività pasquali.

A Zurigo fra i titoli guida si sta mettendo in luce Actelion, che sale del 2,50%, sulla scia di una raccomandazione da parte del Credit Suisse. Ieri la società biotecnologica basilese aveva annunciato lo stop dello sviluppo di un medicinale contro l'asma e il raffreddore da fieno.

Positiva anche l'evoluzione dei titoli del lusso: Richemont guadagna lo 0,78%, Swatch Group lo 0,99%. Fra i titoli più sensibili alle oscillazioni congiunturali, ABB (-0,16%) e Adecco (-0,21%) sono in lieve calo, Holcim perde l'1,02%.

Il titolo guida con la contrazione più marcata è Transocean (-3,05%). Nestlé pesa sul listino, cedendo lo 0,44%. Contrastati i due giganti farmaceutici, con Novartis che scende dello 0,10% e Roche che avanza dello 0,25%.

Quanto ai finanziari, Credit Suisse è passato in negativo e ora arretra dello 0,50%, UBS perde l'1,18%, Julius Bär l'1,06%, Swiss Re ha pure invertito tendenza ed è in calo dello 0,34% e Zurich Financial subisce una flessione dello 0,66%.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?