Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Borsa svizzera: lieve ribasso in mattinata

Scarsa propensione agli acquisti oggi alla borsa svizzera, che come le altre piazze europee guarda con poco favore alle ultime indicazioni sullo stato dell'economia europea. Alle 11.25 l'indice dei valori guida SMI segnava 8384,20 punti (-0,05% rispetto a ieri), mentre il listino globale SPI era in flessione dello 0,03% a 8297,35 punti.

L'attenzione è oggi concentrata sui dati congiunturali del Vecchio Continente: sia in Germania che in Francia l'evoluzione del prodotto interno lordo è risultata inferiore alle previsioni. Intanto l'inflazione è rallentata ancora nell'Eurozona e il rendimento del Bund tedesco è crollato sotto l'1%, minimo storico.

Crescono così le attese per ulteriori misure da parte della Banca centrale europea, volte a venire in soccorso ai governi con misure non convenzionali che favoriscono la crescita. Il mercato è inoltre tuttora sostenuto dalla speranza di un allentamento della tensione in Ucraina.

Sul fronte interno scarseggiano le notizie di rilievo e i movimenti rimangono frazionali. In ordine sparso si presentano i bancari UBS (-0,82%), Credit Suisse (+0,24%) e Julius Bär (-0,61%). Scarsa unanimità di vedute anche fra i titoli maggiormente dipendenti dalla congiuntura come ABB (-0,44%), Adecco (+0,08%), Geberit (-0,80%) e Holcim (+0,49%). Poco mossi appaiono i pesi massimi difensivi Nestlé (+0,07%), Novartis (-0,19%) e Roche (+0,27%).

Nel mercato allargato hanno informato sull'andamento degli affari Dätwyler (+2,85%), Basilea (+4,17%), Orell Füssli (-2,48%) e Walter Meier (-4,40%).

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.