Tutte le notizie in breve

La Borsa svizzera lima in parte i guadagni dell'apertura rimanendo però in rialzo: alle 11:10 circa l'indice dei valori guida SMI segnava 8'830.49 punti, in progressione dello 0,21% rispetto a ieri, mentre il listino globale SPI cresceva dello 0,22% a 10'076.95 punti.

Oltre al bancario Julius Baer (-0,28%), sono scivolati in negativo anche il titolo del gigante farmaceutico Novartis (-0,25%) e UBS (-0,07%). Sempre invariato l'assicurativo Swiss Re.

A trascinare invece in alto il listino zurighese sono soprattutto il colosso dell'alimentare Nestlé (+0,31%), ABB (+0,53%), LafargeHolcim (+1,07%) e l'altro pilastro dell'industria farmaceutica Roche (+0,12%).

Il gruppo agrochimico basilese Syngenta, che ha annunciato stamane di voler vendere le sue attività nel settore delle sementi di barbabietole da zucchero alla società danese DLF Seeds, guadagna al momento lo 0,22%.

A livello europeo, in mattinata sono arrivati alcuni dati macroeconomici, come il dato sull'occupazione in Italia nel primo trimestre, aumentata dello 0,2% rispetto al trimestre precedente e dell'1,5% rispetto al 2016 oppure le esportazioni in Germania in aprile, cresciute dello 0,9%, segnando così il nono mese consecutivo in aumento. Sempre riguardo la Germania, la Bundesbank ha informato che rivede al rialzo le stime del Pil tedesco dell'anno in corso all'1,9%.

Infine, unico dato rilevante arrivato dall'Asia in mattinata è quello relativo ai prezzi al consumo in Cina, che hanno segnato a maggio un aumento annuo dell'1,5%, allungando il passo rispetto all'1,2% di aprile, e un calo congiunturale dello 0,1%, in base ai dati diffusi dall'Ufficio nazionale di statistica.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve