Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ZURIGO - Mattinata altalenante per la Borsa svizzera, dopo la pessima giornata delle piazze europee di ieri e dopo i timidi segnali positivi provenienti oggi dalle chiusure asiatiche. Scesa rapidamente dopo un avvio promettente, a metà mattinata Zurigo è tornata a salire, prima di scendere di nuovo, seppur di poco. Verso le 11.30 l'indice SMI segnava una flessione dello 0,04% a 5'979,53 punti. Segno negativo anche per l'indice allargato SPI (-0,04%) a 5'284,71.
C'è forte attesa sui mercati per la pubblicazione ad inizio pomeriggio del rapporto statunitense sulla disoccupazione, sulla variazione dei salari a giugno e sugli ordini di fabbrica a maggio.
A spingere verso l'alto l'indice elvetico sono in particolare SGS (+1,18%), trainata dalle attese di risultati semestrali positivi, Holcim (+1,57%), Richemont (+1,46%), Julius Bär (+0,85%), CS Group (+0,85%) e Transocean (+0,99%), che ha annunciato cambiamenti in seno al consiglio di amministrazione.
A pesare sull'indice faro ci sono invece soprattutto Syngenta (-1,65%), a seguito dell'abbassamento delle raccomandazioni da parte di UBS, e Nestlé (-1,46%), per i giudizi espressi sul gruppo vodese da Morgan Stanley. Scende anche Lonza (-1,51%).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS